J. S. Bach, Invenzioni e Sinfonie per la giornata internazionale della Musica Antica

L’esecuzione integrale delle composizioni a due e tre voci al Conservatorio Luisa d’Annunzio di Pescara

J. S. Bach, Invenzioni e Sinfonie per la giornata internazionale della Musica Antica

Lunedì 21 marzo 2022 nell’ambito della Giornata Internazionale della Musica Antica si è tenuta la prima esecuzione integrale delle 15 Invenzioni e 15 Sinfonie di J. S. Bach.

Il concerto, a cura del docente dei Corsi di Clavicembalo e Tastiere Storiche, Prof. Massimo Salcito, si è tenuto presso la Sala di Musica Antica del Conservatorio “Luisa d’Annunzio” di Pescara, in uno dei rari edifici storici pescaresi, Palazzo Mezzopreti.

La Giornata Internazionale della Musica Antica

La manifestazione si è tenuta nell’ambito di una prestigiosa manifestazione mondiale dedicata al repertorio della Musica Antica nel giorno della nascita di J. S. Bach, il 21 marzo, patrocinata dall’associazione francese Réseau Européen de Musique Ancienne.

Per l’edizione 2022, il Conservatorio di Musica “Luisa d’Annunzio” ha deciso di partecipare all’iniziativa con due concerti realizzati nella stessa giornata da docenti e studenti dei corsi di Musica Antica dell’Istituto musicale pescarese.

I due appuntamenti

Il primo incontro è stato riservato all’esecuzione integrale delle Invenzioni e Sinfonie tenuto da Massimo Salcito. Il secondo appuntamento, tenuto nel pomeriggio, ha visto la partecipazione degli studenti dei corsi di Clavicembalo (Roberta Bucco), Flauto dolce (Maria Cocchini, Prof. Pietro Meldolesi) e Violino barocco (Alessia Rancitelli, Prof. Pierluigi Mencattini).

L’importanza didattica delle Invenzioni e Sinfonie in Conservatorio

Le due raccolte a due e tre voci di J. S. Bach sono dei veri caposaldi nella pratica didattica non solo del Clavicembalo ma anche di altri strumenti a tastiera, quali il Pianoforte e l’Organo.

L’ampia varietà di forme e stili, nonché di complessità sia armonica che contrappuntistica, è alla base del grande successo di queste composizioni, presenti già nei programmi ministeriali del cosiddetto vecchio ordinamento (dal 1929 al 1999), al III e IV anno delle Scuole di Pianoforte ed Organo.

L’esecuzione al Clavier delle opere bachiane

Nella logica di una necessaria collaborazione tra i vari corsi di strumenti a tastiera, l’interpretazione integrale delle Invenzioni e Sinfonie al Clavicembalo, prima esecuzione assoluta per l’Istituto Musicale, è un fondamentale passo per introdurre l’affascinante mondo degli strumenti a tastiera al tempo di Bach, ovvero il Clavicembalo, ma anche una serie di interessanti e autonome declinazioni: il Virginale e la Spinetta, entrambi strumenti a pizzico come il precedente; il Clavicordo, libero e legato, strumento in effetti a corde percosse, antesignano del moderno Pianoforte; ed infine il Fortepiano, che Bach ebbe comunque modo di conoscere ed apprezzare.

LEGGI ANCHE: Johann Sebastian Bach e le opere per Clavier. Il catalogo BWV


Giornata internazionale della musica antica - Massimo Salcito - R.E.M.A

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.