Oltre 50 relatori in 3 giorni a Teramo per la VII edizione delle Giornate di Studi Musicali Abruzzesi

Una delle più grandi occasioni di confronto sui temi di musicologia, ricerca musicale ed etnomusicologica

Giunte alla VII edizione, le Giornate di Studi Musicali Abruzzesi si sono tenute a nella città di Teramo per la prima volta. Dal 5 al 7 maggio 2022 oltre 50 relatori e studiosi di musicologia, etnomusicologia ma anche di archivistica e coreologia, si sono confrontati sui temi della produzione musicale abruzzese.

Dieci gli enti che hanno riconosciuto l’importanza delle Giornate di Studi Musicali come grande occasione di valorizzazione della cultura storico-musicale abruzzese.

Leggi anche: Teramo ospiterà la VII edizione delle Giornate di Studi Musicali Abruzzesi (Programma)

Patrocinio e collaborazioni

Le Giornate sono state realizzate grazie al patrocinio della SIdM-Società Italiana di Musicologia, Università di Teramo – Facoltà di Scienze della Comunicazione, Società della Musica e del Teatro “P. Riccitelli”, Conservatorio di Musica “Alfredo Casella”, Casa Editrice Rocco Carabba, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Gaetano Braga” e Accademia Italia – Cultura e Società.

Valorizzare la cultura musicale abruzzese

Anche questa edizione ha suscitato un notevole interesse soprattutto in ambito accademico. Non a caso l’Università degli studi di Teramo ha ospitato parte delle Giornate che rappresentano, a dire di Massimo Salcito, “una delle rare occasioni di incontro in regione per numerosi studiosi tra relazioni, presentazioni, mostre documentarie e panel. L’obiettivo comune è crescere per valorizzare la cultura musicale regionale.”

Galleria foto

Ecco la photogallery degli interventi nelle tre Giornate di Studi Musicali Abruzzesi curate da un folto gruppo di studiosi riuniti sotto la sigla Abruzzo Beni musicali.


Abruzzo Beni Musicali

VISITA LA PAGINA UFFICIALE


Mostra documentaria
Mostra documentaria Giornate di Studi Musicali Abruzzesi

Crediti

Autore delle foto: Franco Giuliani.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.