Vai al contenuto

Oltre duecento presenze per i coNcerti dedicati a Claudio Monteverdi

    Doppio sold out per L’EVENTO a Palazzetto dei nobili

    Domenica 11 febbraio 2024 si è tenuta a L’Aquila la manifestazione dedicata al compositore cremonese Claudio Monteverdi (1567-1643) e al suo capolavoro, il Combattimento di Tancredi e Clorinda. L’evento, il primo in Abruzzo di tale portata, ha avuto luogo in due palazzi storici della città: Palazzetto dei Nobili e le scuderie di Palazzo Pica-Alfieri. Il programma comprendeva concerti, spettacoli teatrali, danze, interventi musicologici e una mostra dedicata a Claudio Monteverdi.

    Il Conservatorio di Musica, il Convitto Nazionale e il Comune DI L’AQUILA

    La manifestazione è stata resa possibile grazie alla sinergica azione realizzata tra il progetto 1624-2024: 4 SECOLI DI COMBATTIMENTO e il Conservatorio di Musica “Alfredo Casella”, per il tramite del Direttore, il M° Claudio Di Massimantonio. Ultimo significativo tassello, il gentile contributo del marchese Fabrizio Alfieri, che ha messo a disposizione gli ampi spazi delle scuderie di Palazzo Pica-Alfieri per l’approntamento di una seconda location, complementare a quella di Palazzetto dei Nobili. Nel primo spazio è stata infatti collocato un dettagliato ed interessante percorso espositivo dedicato al Combattimento di Monteverdi, ed alle performances iniziali e finali della giornata; mentre i concerti e gli altri momenti celebrativi si sono tenuti nella prestigiosa sala lignea settecentesca del Comune aquilano.

    Grande interesse dalla cittadinanza: oltre duecento presenze e tre SPETTACOLI

    I tre spettacoli distribuiti nell’arco di tutta la giornata hanno registrato un’affluenza inaspettata, con circa 230 presenze. Il successo è senza dubbio legato anche all’ampia varietà dell’organico che si è esibito: 55 tra strumentisti, cantanti, attori e danzatori specializzati nella danza storica, supportati da un’apposita squadra tecnica. Né vanno tralasciati gli importanti contributi di valenza musicologica ed i saluti istituzionali dei Proff.ri Paola Besutti (Università DAMS Teramo), Rodolfo Baroncini (musicologo), Cecilia Campa (musicologa), Luigi Genovesi (Centro Ricerche “Masciangelo di Lanciano), Johan Herczog (musicologo), Giorgio Pagannone (Università “D’Annunzio” di Chieti), Gennaro Tallini (Associazione Recercare, Roma), Francesco Zimei (musicologo).

    La manifestazione ha quindi rappresentato un importante momento di condivisione e di approfondimento della cultura musicale, con un’ampia partecipazione di pubblico che ne ha sottolineato il valore e il successo.

    Oltre al già citato M° Di Massimantonio, direttore del “Casella”, si ringraziano per la fattiva collaborazione il dirigente del Convitto Nazionale “Domenico Cotugno”, Prof.ssa Serenella Ottaviano, che ha reso possibile un progetto didattico di partecipazione attiva degli studenti del Liceo Musicale; e il Sindaco di L’Aquila, Pierluigi Biondi, che ha aderito di buon grado all’iniziativa mettendo a disposizione i locali di Palazzetto dei Nobili.

    Vanno inoltre citati le colleghe e i colleghi docenti, che hanno preparato, sia a L’Aquila che a Pescara e Chieti, i vari consort strumentali-vocali e di danza. Del “Casella”, i Proff.ri Giovanna Barbati, Maria De Martini e Fabio Giudice; del Liceo Musicale appartenente al Convitto Nazionale “Cotugno”, le Prof.sse Rita Alloggia e Claudia Di Carlo; del Conservatorio di Musica di Pescara, i Proff.ri Paola Emanuele e Pietro Meldolesi; del gruppo di danza storica “Licita Scientia” di Chieti, la Prof.ssa Maria Cristina Esposito. La messa in scena è stata curata dal Prof. Fabrizio Pompei (Accademia di Belle Arti di Firenze).